venerdì 20 aprile 2012

Lo strano caso dei nonni a cui io proprio non ci piaccio

Ieri sera io e Mister Ade ce ne stavamo tranquilli e beati alla fermata dell'autobus. Un attimo. Sto esagerando. Tranquilli e beati sono due parole grosse. In realtà stavamo bestemmiando come cani perché come al solito passano mille fottuti autobus meno che quello che dobbiamo prendere noi. E poi boh. Stavamo cianciando di cose che non ricordo. Comunque. Finalmente il mezzo arriva. Ma, quando siamo in procinto di salire, sento Mister Ade che farfuglia frasi che non capisco e mi lascia indietro e io faccio per avvicinarmi e dirgli qualcosa di fine e gentile tipo. Cazzo hai detto?? E li vedo. Loro. I nonni. Coloro con cui io non ho il permesso di parlare. Coloro i quali mi considerano una miscredente in quanto sono la sciagurata che fa vivere il nipote nel peccato. O almeno questo è ciò che si dice in giro. Dalle loro parti. Ma va bene. Mi giro immediatamente di schiena. Fischietterei anche, in effetti. Per dare l'impressione di quella che Si Sono Qui Ma Sto Cercando Disperatamente Di Non Farmi Notare Vi Prego Fate Come Se Non Ci Fossi. Ma forse sull'autobus colmo di corpi non sarebbe una mossa troppo strategica. Nel frattempo Mister Ade, che sta bellamente fingendo che io non esista e sperando che nessuno ci faccia caso, intrattiene una conversazione di quelle tipiche tra nonni e nipote. Hai mangiato ànnonna? Ti trovo sciupato. E Cose così. Allora io colgo al volo l'occasione e comincio ad indietreggiare nel tentativo di nascondermi. Quando finalmente ecco che si libera un posto parecchio lontano e io mi ci ficco ringraziando la provvidenza che evidentemente ogni tanto butta un occhietto. Indubbiamente aspettandosi poi qualcosa in cambio. Ad ogni modo. Quando sono ormai convinta di averla scampata ecco che Il Nonno si gira. E mi guarda. Occazzo. Si. Sta guardando davvero me. E poco dopo ecco che anche La Nonna si gira. E mi guarda. E per la miseria vanno avanti così per cinque minuti buoni. Allora facciamo che io guardo fuori dal finestrino, eh? No perchè dovete sapere che io e Mister Ade abbiamo un tacito accordo. Ovvero che, nonostante I Nonni sappiano perfettamente della mia esistenza, io in realtà non esisto affatto. Infatti non sono mai invitata a nessuna cena di famiglia e quelle cose lì che in genere si fanno quando due sono fidanzati. Non che la cosa mi dispiaccia particolarmente, eh? Anche perchè ci sono già i miei parenti che pressano alla grande perciò siamo a posto così. Comunque. Ecco che scendono. E Mister Ade mi si avvicina tastando il terreno umidiccio. Che, sei arrabbiata? E perché dovrei? Mica mi hai buttata giù dall'autobus in corsa. Anche perché avresti solo dovuto provarci. E ci siamo capiti. E lui mi fa. No sai è che non so mai come comportarmi con loro. Alla fine lo sanno che siamo insieme. Solo che boh. E va bene. Abbiamo espresso il concetto. Rimane un punto fondamentale, però. A mio avviso. Ovvero che. Dato che sicuramente mi hanno vista e dato che i loro sguardi di certo non sono capitati su di me per caso, alla luce dei fatti, cosa penseranno della sottoscritta? Oltre alle cose che già so? Ovvio. Che sono una pazza maleducata con i capelli corti e sparati e le borchie sugli stivali. Sacrilegio! Mi scappa da ridere. E il mio povero fidanzato si è quasi convinto di essere pedinato. Se li ritrova dappertutto, dice. Dove cazzo andranno? Chissà. Magari a cercargli una promessa sposa migliore. Si sa mai.

Questo post è stato originariamente scritto su Swanza blog, da Ade. E' possibile copiarlo parzialmente o interamente e modificarlo, basta che il post originale venga linkato.

6 commenti:

  1. uhm questo è proprio uno strano caso... e mettere in atto una strategia completamente diversa?! Tipo invitarli a cena? Magari li spiazzi...
    :)

    RispondiElimina
  2. Noooo! Non posso! Perchè io a casa ho mezza parete rossa e il rosso non è mica il colore del peccato? :D

    RispondiElimina
  3. Certa gente proprio non la capisco. Ma anche mister Ade (scusa, eh!), sfoggiarti con orgoglio?

    RispondiElimina
  4. non puoi dire che non gli piaci se non ti conoscono bene...no? ;)

    e poi quando e se arriverà il momento vi conoscerete davvero. se per adesso non senti\te il bisogno di conoscenza bene così, l'importante siete voi due.

    RispondiElimina
  5. ahahaha ma perché mi ero persa questo post??

    RispondiElimina

Grazie per aver fatto finta di non avere niente di meglio da fare che commentare il mio post... vi lovvo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...