venerdì 31 ottobre 2014

Cinque cose che dovreste sapere

Siccome sono sempre stata una persona coerente, per smentire il mio precedente post, ecco le mie novità riassunte in una graziosissima lista.
Tadaaaaan!

1) L'Ade, alla veneranda età di ventisei anni, è tornata a scuola.
2) Sempre la cara, vecchia Ade, ha mandato a cagare Il Disturbatore e al momento è disoccupata (ma felice).
3) Ade ha un cane.
4) Ade canta in una rock band che al momento le dà un sacco di soddisfazioni.
5) Ade si è fatta biondAHAHAHAHAH.


Questo post è stato originariamente scritto su Swanza blog, da Ade. E' possibile copiarlo parzialmente o interamente e modificarlo, basta che il post originale venga linkato 

giovedì 30 ottobre 2014

Di scuse e cazzate varie

Cosa posso dire a mia discolpa? Cioè, qui mi serve una bomba di quelle supermegastrafigatecnologiche per giustificare codesta mia assenza ingiustificabilmente ingiustificabile. Cazzo. Mi sembra persino di aver dimenticato come minchia si usa questa dannata tastiera del cip.
E invece no. Niente bombe, che a noi qui non ci piacciono, le membra sanguinolente che schizzano fuori dai corpi. Vero?
Comunque. Siccome non ho nessunissima intenzione di mettermi qui, armata di santa pazienza di cui non sono formalmente provvista, a spiegarvi nei minimi dettagli tutti gli avvenimenti della mia cazzutissima vita da tot mesi a questa parte, dovrete accontentarvi, come al solito, delle mie sincerissime scuse.
Una roba tipo così.
"Oh bella fratelli, scusate tanto se sono sparita, c'avevo delle cose da mettere apposto, però, oh, tra di noi tutto rego, no? Checcel'avete una stizza da offrirmi, sì?"
Ok, ho finito.

Ps
Sì, questo qui sarebbe quello serio. No, vabbè.

Questo post è stato originariamente scritto su Swanza blog, da Ade. E' possibile copiarlo parzialmente o interamente e modificarlo, basta che il post originale venga linkato 

giovedì 16 ottobre 2014

Vi presento mio marito


Poi ne scrivo uno serio. Giuro.

Questo post è stato originariamente scritto su Swanza blog, da Ade. E' possibile copiarlo parzialmente o interamente e modificarlo, basta che il post originale venga linkato 

venerdì 12 settembre 2014

Dove, se non qui?

Potrei dire che mi sento come dentro una pressa?
Io ci provo a spingere, lo giuro. Ma quella bastarda schiaccia e schiaccia, cosa posso fare? Qualche volta mi chiedo se, forse, non sarebbe più facile lasciarmi ridurre a una sottiletta, sarà poi così un male?
Il mio problema è che non sono capace di sottostare. Cioè, è proprio una di quelle parole che, puah. Mi spiego?
Cosa vuoi, Ade? Devi domandare, altrimenti nulla arriva.
Voglio ridere.
E poi?
Voglio essere me stessa, sempre.
E poi?
E voglio essere felice.
Bene, altro?
Sì, vorrei essere coraggiosa. E, perché no, anche un po' stronza. Perché le stronze, si sa, quelle vanno sempre dove vogliono andare, senza voltarsi mai indietro.

Questo post è stato originariamente scritto su Swanza blog, da Ade. E' possibile copiarlo parzialmente o interamente e modificarlo, basta che il post originale venga linkato 

mercoledì 6 agosto 2014

Ossessione #3


Sì, sono viva.
No, non ho tempo di scrivere.
Sì, vi penso.
No, non ho comunque tempo di scrivere.
Sì, dovete accontentarvi di questa banale toccata e fuga.
Però che stile, no?

Questo post è stato originariamente scritto su Swanza blog, da Ade. E' possibile copiarlo parzialmente o interamente e modificarlo, basta che il post originale venga linkato 

venerdì 11 luglio 2014

La fata delle tenebre, Holly Black


 

Allora, c'è questa tipa, Kaye, che vive un po' allo sbando con la mamma che è una specie di groupie. Dopo l'ennesimo fallimento amoroso della suddetta madre, si trovano costrette a tornare al paesello dalla nonna, con la coda tra le gambe. E quindi niente, siccome questa tipa, Kaye, quando era bambina vedeva la gente morta le creature magiche, una notte si ritrova a girovagare tutta allegra per la foresta e, tadàn, ecco che si trova davanti questo tizio gnocco da panico con le orecchie a punta, che ha una freccia conficcata da qualche parte nel corpo. Lei gli salva la vita e, una volta tornata a casa, si masturba pensando a lui. No, non è vero. È che volevo rendere più succosa la storia. Comunque. Dopo la vicenda, Kaye viene contattata da due esserini di sua conoscenza che le confessano che...
Cazzo volete, che ve lo racconti tutto?
Comunque, per non lasciarvi completamente a bocca asciutta, posso dirvi che la storia prosegue con mirabolanti avventure. Sono gentile, vero?
Enniènte.
Fino ad oggi, la mia esperienza con le fate si limitava alle Winx, quel cartone animato con le fatine vestite da giovani prostitute, ma, devo ammettere, che questa lettura è stata piuttosto piacevole.
Siccome codesto romanzo è il primo di una trilogia (che non sei un cazzo di nessuno se non scrivi una trilogia. eh.), è probabile che, presto o tardi, io torni a sfracellarvi le palle con serissime e utilissime  altre recensioni.
Bello, no? Non vi ho messo addosso una gioia infinita?

Questo post è stato originariamente scritto su Swanza blog, da Ade. E' possibile copiarlo parzialmente o interamente e modificarlo, basta che il post originale venga linkato 

giovedì 10 luglio 2014

Il mio idolo #4

 
  
Chiaro. La famiglia prima di tutto.


Questo post è stato originariamente scritto su Swanza blog, da Ade. E' possibile copiarlo parzialmente o interamente e modificarlo, basta che il post originale venga linkato 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...