mercoledì 22 gennaio 2014

Quando mi fisso

Con una canzone è la fine.
Sono seduta alla mia postazione, cuffie e ondeggiamento di testa e spalle, Lazy che cerca di mangiare la mia frangetta, poi mi annusa il naso, poi rosicchia il dizionario d'italiano, poi quello d'inglese, poi la chiavetta usb e infine tenta di derubarmi del mio evidenziatore giallo, per farne la sua preda perfetta.
Replay. Alza un po' il volume, cazzo. Che non si sente niente.
Lo stato d'animo potrebbe essere quello giusto per un nuovo capitolo, ma ora non riesco a concentrarmi come si deve.
Cos'hai per la testa, eh? Cosa, eh?
Alza il volume, cazzo.
Sto prendendo lezioni di tecnica vocale, scoprendo quello che posso veramente fare, essere, diventare. Se solo la smettessi di essere così dannatamente legata ai miei schemi mentali che non fanno altro che riempirmi di paure. Paura di oggi, di domani, dell'anno prossimo. Cosa ne sarà di me, eh? Lo sai tu? Lo puoi davvero prevedere, tu? Pensi davvero che preparare infiniti elenchi di parole da leggere e rileggere quando te la fai nelle mutande ti servirà a qualcosa? Illusa.
Alza il volume, non farmi incazzare.
Va tutto bene, sì? Benissimo, cazzo. E smettila di dire cazzo, cazzo. Ma è una parola così bella, ha un suono talmente grazioso e risuona nella mia cavità orale con una leggiadria che nemmeno Carla Fracci, cazzo.
Replay.
Can we pretend that airplanes in the night sky are like shooting stars... I could really use a wish right now, a wish right now, a wish right now...

Questo post è stato originariamente scritto su Swanza blog, da Ade. E' possibile copiarlo parzialmente o interamente e modificarlo, basta che il post originale venga linkato

13 commenti:

  1. A volte mi chiedo se noi due non siamo state separate alla nascita.
    Tu sei la gemella figa, ovviamente.
    Però, cazzo, però a volte scrivi di te e scrivi di me e mannaggiacristo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Succede spessissimo anche a me di avere questa sensazione quando leggo i tuoi post... Però non lo dico tutte le volte che lo penso. Perché magari poi boh. Ti chiederesti ma che cazzo, questa un pensiero suo, no? :p

      Elimina
  2. Magari reppi pure tu con le cuffie e un gatto ladro sulla scrivania... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no. Io mi limito a ondeggiare in silenzio :p

      Elimina
  3. Oh, gli schemi mentali sono una brutta bestia ma risolvibile... intanto alza il volume, baby! :)

    Moz-

    RispondiElimina
  4. alza il volume e non pensare a niente....
    adoro..
    lo faccio sempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non pensare a niente per quanto mi riguarda è impossibile.

      Elimina
  5. La paura del futuro, di cosa fare, di cosa non fare assolutamente, ci può anche stare. Come ci può stare la tenacia, l'impegno per riuscire. Se lo vuoi perché non provare....

    Anche io in questo periodo ho 4 canzoni del mio passato che ascolto a rotazione e mi prendo in giro da sola...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, niente passato per me. Solo presente. È l'unica cosa che ha senso.

      Elimina
  6. A me devi ancora mandare quel famoso audio...
    Ma ti voglio bene lo stesso! :)

    RispondiElimina

Grazie per aver fatto finta di non avere niente di meglio da fare che commentare il mio post... vi lovvo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...