lunedì 8 luglio 2013

Le pagine della nostra vita


E niente. Ho capito una cosa fondamentale per la mia vita: andare a dormire dopo aver guardato un film horror non sarà più un problema. Se ho superato la notte indenne, dopo aver guardato questo lunghissimo pappone romantico quando il mio reale intento era fare pensieri osceni ogni volta che compariva Ryan.
Che dire. Sono l'unica a pensare che nella vita vera Noah se ne sarebbe trovata un'altra nel giro di una settimana (e io mi sarei candidata con tanto di lista di promesse elettorali a scopi puramente sessuali) e Lon avrebbe schiaffeggiato Allie per un quarto d'ora abbondante urlandole brutta troia sputacchiando saliva su quella sua faccina del cazzo?
Ma magari sono acida io, eh? Tutto è possibile, quando si tratta di me.
Insomma. Se siete follemente innamorate di Ryan Gosling come la sottoscritta, ve lo potete pure guardare, secondo me. Tanto della trama non capirete niente perché passerete giusto quelle tre orette a fissargli la bocca e a chiedervi perché non potevate nascere tipo che ne so Eva Mendes. Per fare un nome a caso, proprio.
Se invece siete maschi e arrapati, sappiate che, sarà pure un film da femminucce piagnucolose (amoreeee perché tu non mi guardi mai così? Perché anch'io non posso avere una storia così? Perché la vita è ingiusta così?), ma la protagonista c'ha una bocca grande come il bagagliaio di un auto e, se avete buona fantasia ed evitate di ansimare, la vostra fidanzata/accompagnatrice/Ugo non si accorgerà nemmeno della vostra assenza.
E così per farla breve di questo film mi è piaciuta una cosa soltanto. Ma è inutile che ve la dica perché potrei risultare ripetitiva e vagamente irritante. Non che la cosa mi sconquassi particolarmente le viscere, s'intende.
Ed ora scusate ma devo andare a meditare sulle cose importanti dell'esistenza. Tipo cosa ne sarà di me quando avrò finito di guardare tutti i film con Ryan Gosling e gli inferi mi apriranno le loro porte infuocate e allargheranno le braccia per accogliermi nel favoloso mondo degli imbecilli dei peccatori.
Si, lo so. L'ultima parte è totalmente incoerente e fuori contesto. Ma il mondo è bello anche per questo, oltre che per le patatine fritte col ketchup, vi pare?
Ps
Per caso qualcuno ha notato che, dopo circa un anno e mezzo di bloggeraggio, ho finalmente scoperto, con le mie potenti capacità cerebrali, come si fa a tirare la riga sulle cazzate che scrivo? Oh, sì. Adoro.

Questo post è stato originariamente scritto su Swanza blog, da Ade. E' possibile copiarlo parzialmente o interamente e modificarlo, basta che il post originale venga linkato  

18 commenti:

  1. hai imparato e l'hai usato spessissimo il tiraggio delle righe.. ;-)
    io non sono riuscita a vedere il film troppa noia per me
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché non l'hai guardato con gli occhi dell'ammòre ;)

      Elimina
  2. eh. La vita..quella cosa che mentre la vivi neanche te ne accorgi..poi improvvisamente, un fulmine attraversa la mente, fa luce, quasi ti abbaglia. Mentre se li che guardi l' uomo che vorresti vicino ma non sarà mai, non fosse altro che abita in provincia di Hollywood, tu..proprio tu ti prendi una soddisfazione. É diventata la tua meta e ora l' hai raggiunta. Tirare le righe sulle parole. Io non ci avrei mai creduto tu riuscissi a farlo. E ora ti prego, anzi ti imploro..insegnami.
    p.s.( devo guardà il film de Ryan pe imparà???)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovvio, cara! Perché, ti dirò un segreto. Gli addominali di Ryan... eeeeeh gli addominali di Ryan! Aprono la mente, sai? Ci rendono persone migliori!! :D

      Elimina
  3. Sembra una palla infinita!!
    Ma le righe te le insegnavo io, amora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellina, tu! Ma io non posso importunarti sempre per insegnarmi tutto, diamine!

      Elimina
  4. l'ho visto l'anno scorso: film palloso e deprimente, però Ryan mi ha dato la forza per continuare fino alla fine.
    complimenti per le righe, al prossimo traguardo ci sono musica, ricchi premi e cotillons ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo? E io che pensavo che prima o poi come premio mi arrivasse lui. :'(

      Elimina
  5. davvero triste sto film... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. Devo ammettere che una lacrimuccia mi è scappata. Se non sbaglio durante la scena in cui Ryan si toglie la maglietta. Sì. Dev'essere stato lì. :P

      Elimina
  6. Risposte
    1. Perché tu sei tanto tenera e piena d'ammòre!

      Elimina
  7. Risposte
    1. Lo so. È dura anche per me guardarlo e sapere che non l'avrò mai. :)

      Elimina
  8. io non l'ho visto...
    però se c'è Ryan una sbirciatina gliela do...
    magari mentre sono in fase pre mestruale, con il gelato che non basta mai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa mi sembra un'idea FANTASTICA. :D

      Elimina
  9. Io amo Ryan Gosling, è sexy e figo da impazzire oltre che un bravissimo attore. Ovviamente ho visto anche questo film che a me è piaciuto moltissimo. Credo comunque che lui ami le donne non bellissime ma... di carattere.. particolari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi trovi completamente d'accordo con te :)

      Elimina

Grazie per aver fatto finta di non avere niente di meglio da fare che commentare il mio post... vi lovvo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...