martedì 23 luglio 2013

Cimette in pastella


Quando, tempo fa, La Zia è scesa in Puglia, mi ha portato un borsone pieno di cime di rapa e cavoli verdi buoni DA PAURA, assicurandosi così il mio amore eterno e fedele.
E, secondo voi, cosa poteva farci l'Ade, se non qualcosa di fritto, grasso e godurioso?? Eh, dico io. Vi sembrano domande da fare?
Comunque. Prepararli è relativamente semplice, ecco come si fa.

Ingredienti:
  • un paio di cavolfiori verdi
  • farina
  • sale
  • acqua
  • spezie a piacere (io pepe o curry)
  • olio d'oliva
Facciamoli:
Prima di tutto pulite i cavolfiori e riduceteli a cimette che farete poi scottare per una decina di minuti (controllate la morbidezza con la forchetta) in acqua bollente e poco salata.
In una ciotola preparate la pastella con qualche cucchiaio di farina, acqua tiepida, un pizzico di sale e le spezie. Deve risultare cremosa e omogenea.
Scolate i cavolfiori e immegerteli uno per una nella pastella.
Friggeteli in olio bollente finché non saranno belli come i miei.
Adagiateli su carta da cucina e mangiateveli. Caldi, freddi, pucciati in salsine grasse o come volete voi.

Quella che vedete qui sotto è la seconda versione (La Zia me ne aveva portati davvero tanti, perché voleva sfruttarmi sessualmente). Uguale alla prima ma con la variante della farina di ceci per la pastella.
Sono entrambi buonissimi. Chevvelodicoaffare, no?


 

Questo post è stato originariamente scritto su Swanza blog, da Ade. E' possibile copiarlo parzialmente o interamente e modificarlo, basta che il post originale venga linkato  

2 commenti:

  1. manco ho bevuto il cappuccino che sto già sbavando dietro a quelle foto

    RispondiElimina

Grazie per aver fatto finta di non avere niente di meglio da fare che commentare il mio post... vi lovvo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...