venerdì 2 novembre 2012

Lasagne con ragù di soia


Insomma. Come vi avevo già accennato, Mercoledì la Patty è venuta nella mia nuova dimora per la seconda volta. Era da tanto tempo che non riuscivamo a vederci che abbiamo dovuto raddoppiare i Mercoledì per riuscire a fare tutto quello che volevamo fare e a dirci tutto quello che volevamo dirci. E probabilmente ci vedremo anche la settimana prossima perché io ho ormai un bisogno fisico di cibo giapponese. E niente. Le avevo promesso le lasagne e così è stato. Lei mi ha portato un sacco di regali che io ho apprezzato tantissimo. Tipo le banana chips al peperoncino. Le patatine a non so bene cosa ma stamattina le ho assaggiate e cazzo se erano buone. Una collana messicana con il mio segno maya. E un dolcetto di marzapane. Inutile dirvi che io ADORO la Patty. Appena arrivata ci siamo messe a sfogliare gli album fotografici di mio nonno e ci è partita tutta la mattina. Abbiamo pranzato e poi abbiamo chiacchierato sorseggiando caffè con in sottofondo Medal Of Honor (che c'era Mr. Ade attaccato all'Xbox). Ho sfogliato con ammirazione il blocco di disegni della mia amica (che è troppo troppo brava) e, infine, ci siamo messe a lavorare alla mia sinossi. Cosa che ci ha portato via ben tre ore del pomeriggio. Però, gente. E' fatta. E' finalmente pronta per essere spedita a destra e a manca. Comunque. Passiamo alle lasagne. Che io blatero ma alla fine son qui per questo. Ecco.
Ah dimenticavo.
Borgà, vaffanculo.

Ingredienti per una teglia da otto (e che nessuno osi dire A, ma neanche B. Per intenderci.):
  • 350 gr di lasagne fresche
  • 100 gr di fiocchi di soia
  • due bottiglie di passata di pomodoro
  • una mozzarella
  • besciamella
  • grana padano qb
  • rosmarino
  • sale
  • mezza cipolla rossa
  • olio evo
  • mezzo bicchiere di vino rosso
Prepararle:

Allora. Prima di tutto reidratate i fiocchi di soia in una ciotola con acqua tiepida per cinque minuti. Tritate la cipolla e soffriggetela nell'olio. Scolate la soia e buttatela nella pentola col soffritto. Sfumate con il vino e lasciate andare a fuoco bassissimo per qualche minuto. A questo punto aggiungete la passata, il sale, il rosmarino, coprite e lasciate cuocere per almeno un'ora, mescolando di tanto in tanto.
Quando il ragù sarà pronto procedete con la creazione della megalasagna. Procedete a strati: sugo, besciamella, lasagne, sugo, besciamella, mozzarella a pezzetti, grana, lasagne e via così fino a quando non ci saranno abbastanza strati. Infornate a 180° per circa mezz'ora poi alzate a 200° per altri dieci minuti. A parere mio le lasagne devono essere PIENE di sugo. E devono esserci così tanti strati che quando te le trovi nel piatto devi per forza fare "ooooooh" con un rivolo di bava all'angolo della bocca. Va bene la smetto.
Ecco. E poi volevo mostrarmi anche le mie adorate patate con paprika e aglio. Che possono rivelarsi immensamente utili quando avete bisogno di allontanare qualcuno. Garantisco io.


Sono troppo una fotografa, eh?

Questo post è stato originariamente scritto su Swanza blog, da Ade. E' possibile copiarlo parzialmente o interamente e modificarlo, basta che il post originale venga linkato 

12 commenti:

  1. la prossima volta vengo a pranzo da te, posso?

    RispondiElimina
  2. stavolta passo! ma complimenti per il masterpiece :**

    RispondiElimina
  3. Le devo provare. non ho mai mangiato i fiocchi di soia... è ora di provare.
    oppure semplicemente vengo a mangiarle da te. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che non sarebbe un'idea malvagia.

      Elimina
  4. E niente. Con le patate paprika e aglio, me so innamorato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'hai l'amore facile, tu.
      Prometto che te le cucino.
      E poi passiamo la serata ad alitarci in faccia a vicenda.

      Elimina
  5. temo che se cucinassi delle lasagna col ragù di soia a mio marito, metterei a dura prova la nostra unione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora lascia perdere. A meno che tu non voglia cacciarlo di casa. In quel caso, vai ragazza. E abbonda con i fiocchi di soia.

      Elimina
  6. Anch'io ti amo tesora <3<3<3<3 TVTTBKFGG e qualche altra lettera a caso!

    Comunico ai lettori che le lasagne, oltre ad essere veramente goduriose (me ne sono mangiata due porzioni e se non avessi mangiato anche avanzi di pizza del giorno prima -sì,faccio schifo- ne avrei mangiata una terza), sembravano con il ragù vero e lo dico da carnivora. Non sentite il sangue, se è quello che volete, ma il sapore è quello del ragù.

    RispondiElimina

Grazie per aver fatto finta di non avere niente di meglio da fare che commentare il mio post... vi lovvo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...