giovedì 21 giugno 2012

Assenza giustificata

No. E' che io sono una sorella fantastica. E volevo passare il mio giorno libero coi nani. L'idea era di portarli in biblioteca per prendere qualche lettura estiva. Così alle nove in punto ero in Cadorna convinta di prendere un treno che mi portasse a destinazione. Ovviamente non è andata così. Perchè ho scoperto che da qualche giorno i treni per casa dei nani da lì non ci passano più. Tipo io guardo il cartellone. Niente treni. Mmm. Scusi, buon uomo. Ma i treni per casa dei nani? Ah no. Da qui non partono più. Deve andare in Bovisa e cambiare. E capirai. Dopo un paio di imprecazioni mi sono avviata verso la fermata dell'autobus. Tempo di attesa: dieci minuti. E attendiamo. Sono salita sul mezzo, mi sono seduta, e dopo due minuti questo si ferma e ci fa scendere tutti. Vado in deposito. Inutile dirvi le bestemmie. Va bene. Ho fatto un paio di telefonate perchè avevo immensamente bisogno di sfogare la mia frustrazione su qualcuno e sono andata a prendere la metro. Alle dieci e mezza sono arrivata. Sudata e incazzata nera. Mi sono fatta un caffè e ho fumato un drummino lungo come la torre di Pisa.
-Tata?
-Non ci sono per altri dieci minuti. Fila.
Alla fine ci siamo messi a giocare a Monopoli. Un'ora per spiegare le regole, tre lunghe ore di partita passate a rispiegare le regole e a dividere i fanciulli quando si azzuffavano.
-Tu hai più soldi di me! Ti odio!
-Tu sei scemo!
-E tu sei stupido!
Alle quattro e mezza siamo usciti. Stavamo camminando verso la biblioteca quando, puf. Un'illuminazione. Ma davvero io sono convinta di prendere in prestito dei libri quando in casa c'è un nano numero tre che distrugge tutto quello che trova? No. Non è un'idea intelligente. Perciò li ho portati al mercatino dell'usato. Nano numero uno girovagava con aria assente. Io gli mettevo in mano un libro, speranzosa. E lui.
-Io non ci capisco niente.
Ottimo. Nano numero due correva e toccava tutto. Poi tornava verso di me con in mano libri dai titoli che non ripeterò.
-Questo? Posso questo?
-Vedere un pò? No. Direi di no.
-Ma...
-Mettilo giù!
Abbiamo comprato nove libri. La maggior parte scelti da me. Anche se nano numero due ogni tanto ci metteva becco e io non riuscivo a dirgli di no. Perchè dentro di me c'era una vocina che mi diceva. Ehi! Ti sta chiedendo un libro! Sta mostrando interesse! Compragli tutto ma proprio tutto quello che vuole! E così è stato. Quando siamo usciti ne voleva ancora. E io gongolavo allegramente.
-Mi compri "I viaggi di Gulliver"?
-Certo. Appena lo trovo te lo prendo.
-E Geronimo Stilton?
-Si, tesoro. Promesso.
Abbiamo anche trovato un libro per bambini di Daniel Pennac. E io ho tentato di spiegar loro quanto fosse bravo questo scrittore. Nano numero uno mi fa.
-Eh? Come hai detto che si chiama? Ah.
Nano numero due mi ha chiesto di fargli leggere tutti i suoi libri. Inutile dirvi che li ho riportati a casa camminando a un metro da terra. Diventeranno degli avidi lettori? Chissà... ma la speranza è sempre l'ultima a morire. Anzi. Nel mio caso, non muore mai.

Questo post è stato originariamente scritto su Swanza blog, da Ade. E' possibile copiarlo parzialmente o interamente e modificarlo, basta che il post originale venga linkato

8 commenti:

  1. noo dai che figata, le mie nipoti leggono una cippalippa e la sedicenne si fa gli autoscatti in bagno con la duck face :(
    li voglio pure io dei nani così!

    RispondiElimina
  2. E dovresti vedere quanto sono belli... :p ma io sono di parte :D

    RispondiElimina
  3. Penso che, in quanto a libri, il nano numero due ti darà molte più soddisfazioni del numero uno :D

    RispondiElimina
  4. Mi sa tanto di si... ma chissà. Magari nano numero uno mi diventa un genio del rock. Sto pensando a come farlo appassionare... :D

    RispondiElimina
  5. ma quanti sono? sette? :P
    età?

    RispondiElimina
  6. Ti dirò. Mia madre avrebbe tanto voluto metter su una squadra di calcio. Ma alla fine ha dovuto fermarsi a tre. O almeno è quello che spero XD
    Hanno 9, 8 e 3 anni

    RispondiElimina

Grazie per aver fatto finta di non avere niente di meglio da fare che commentare il mio post... vi lovvo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...