sabato 12 marzo 2016

Io che della vita non ho capito un cazzo.

E forse, forse mi sta bene così.
Ché ci sono cose che semplicemente non si possono capire. Si vivono, e niente più.

Io che mi innamoro dei colori, dei profumi, dei suoni, dei sogni.

Io che permetto alle mie insicurezze di trascinarmi giù, per poi arrampicarmi, con le unghie, con i denti, per ritornare su.

Io che ascolto e non dico niente. Io che sento più di quanto vorrei. Io che non parlo mai abbastanza. Io che ritengo di non essere mai abbastanza. Io che mi proteggo dal mondo. Io che mi proteggo da me.

Io che mi odio al punto che, potessi, sparirei. Io che, fanculo, voglio arrivare dove non sono arrivata mai.

Io che non so dove voglio andare ma so che, cascasse il mondo, ci andrò.

Questo post è stato originariamente scritto su Swanza blog, da Ade. E' possibile copiarlo parzialmente o interamente e modificarlo, basta che il post originale venga linkato

7 commenti:

  1. Tu questa estate vieni da me qualche giorno. Qui al mare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vengo ovunque tu mi voglia, donna.

      Elimina
  2. E spacchiamolo questo cazzo di mondo!

    RispondiElimina
  3. tu che sei tu. e che noi ti adoriamo così. e lo sai benissimo :-)

    RispondiElimina

Grazie per aver fatto finta di non avere niente di meglio da fare che commentare il mio post... vi lovvo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...