lunedì 29 ottobre 2012

Odio tutti

Odio Il Disturbatore che "non ti taglio i capelli perché devo scappare" e poi ci mette un'ora a levarsi dai coglioni.
Odio "no prima delle quattro non posso, devo fare il riposino".
Odio la macchinetta del caffè che decide di rompersi proprio quando io ho più bisogno di lei.
Odio lo smalto semipermanente che dopo due giorni si è già scheggiato. E pure di brutto.
Odio "cambia canale perché Ringo parla troppo" e dopo due ore "chi ha cambiato radio?" dopo che mi sono subita Gamma radio e i suoi revival del cazzo e ho pensato seriamente al suicidio.
Odio le borchie che si staccano.
Odio La Zia che mi snobba.
Odio Il Disturbatore che "vieni presto che abbiamo gente alle nove" e si presenta alle nove meno cinque, dopo che io ho finito di fare tutto e mi dice "ah, io devo farmi il caffè e andare in bagno, se arrivano cominciale tu".
Odio "ma cosa te ne fai di tutte queste riviste?" le leggo, vaffanculo e pensa ai cazzi tuoi.
Odio tornare a casa e non trovare più le patatine che avevo appena comprato.
Odio dover mettere pezzetti di carta in bilico sui MIEI cassetti per verificare che nessuno si sia fatto i cazzi miei.
Odio "mi fa cinque copie di questo?" "Sì, torni tra tre quarti d'ora" certo perché io non ho davvero un cazzo da fare anzi guarda adesso mi piazzo su quella panchina lì, mi rollo una canna e finisco il libro che ho cominciato due mesi fa.
Odio il sito internet di Fastweb che mi prende per il culo.
E odio anche l'operatrice di Fastweb che non sa fare il suo lavoro.
Odio il tecnico che "se vuole posso venire Giovedì o Venerdì" e quasi mi manda affanculo perché oso domandargli un orario preciso.
Odio non avere internet a casa da più di un mese.
Odio "adesso mi metto a scrivere" e dopo due pagine sto già pensando ai Sims.
Odio "le addebiteremo 85 euro nella prima bolletta" solo per aver cambiato un cazzo di nome su un contratto.
Odio "ma si cosa vuoi che sia se ti hanno lasciato mezza tapparella aperta" detto da uno che nel giro di otto mesi ha avuto il ladri in casa DUE volte.
Odio "posso prendere un bicchier d'acqua?" e poi quando non ci sono mi saccheggi la dispensa.
Odio non avere un cappotto rosso e non potermi permettere di comprarlo.
Odio mio fratello che, dopo aver scartato il regalo che mi ha portato via mezzo pomeriggio, mi dice "spero di non dimenticarmi di averlo".
Odio che mi guardi male perché ti dico che sei un'impedita a non saper separare i tuorli dagli albumi quando sei pure dotata di aggeggio chiamatosi "separatuorli". Sì. Sono più brava di te. E non solo in questo, per la verità. E smettila di guardarmi perché quei cazzo di albumi non si montano a neve, sperando che io possa farci qualcosa. Arrangiati. Cogliona.
Odio non riuscire a fare le foto alla schermata di Whatsapp.
Odio dover ammettere di non riuscire a fare le foto alla schermata di Whatsapp.
Odio l'idea che qualcuno stia in casa mia quando non ci sono e faccia i comodi suoi.
E odio sapere di non poter fare niente per cambiare la cosa. Almeno per il momento. Almeno fino a quando non impazzirò completamente e minaccerò tutti con la spada del nonno. Sbavando e urlando di andare fuori dal cazzo. Di pagarsi una cazzo di babysitter. Di andare a mangiare al ristorante. E di non rompere i coglioni a me. Interrompendo così tutti i rapporti pseudofamiliari.
Odio i rapporti pseudofamiliari.
Odio non poterti alzare di peso e appiccicarti al muro. E gustarmi la tua espressione di terrore. Piccola stronza zen del cazzo.
Odio il professore che non mi caga più. Quando avrei voluto fosse il primo a leggere il mio libro.
Odio non aver ancora scritto la sinossi e la fottuta lettera di presentazione.
Tipo "ciao sono Ade, la mia vita è una rottura di cazzo, faccio un lavoro di merda, sono frustrata e vorrei spaccare la faccia a qualcuno, l'unica cosa che so fare bene è scrivere e se voi non pubblicate il mio libro io vi spedisco circa una dozzina di pacchi bomba. E vi lancio Activia scaduti sulle finestre. E un sacco di altre cose che adesso non mi vengono in mente. Ah, dimenticavo. Ho quasi 25 anni. Dico un sacco di parolacce. Mi piace la birra. Mi fumo ancora le canne perché mi piace troppo la sensazione che si prova a ridere per le minchiate fino a farsi venire il mal di pancia. Mi sono persa Batman. Mi stanno tutti sul cazzo.
Ok. Adesso potete dire che sono tornata.
O quasi.


Questo post è stato originariamente scritto su Swanza blog, da Ade. E' possibile copiarlo parzialmente o interamente e modificarlo, basta che il post originale venga linkato

42 commenti:

  1. lo smalto semipermanente fa schifo, hai ragione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai più. Giuro. Pessima roba. E peccato, anche. Perché poi il colore era bello davvero.

      Elimina
  2. però sei quasi tornata.
    io di anni ne ho quasi il doppio, e di dire le parolacce non ho ancora smesso. in compenso ho smesso di farmi le canne. ma non di bere birra. anzi.
    però, visto che ci amiamo, magari il cappotto rosso quando ci vediamo non lo metto. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No dai. Mettilo, il cappotto rosso. Così non appena saremo abbastanza ubriache ci picchieremo per averlo. :p

      Elimina
  3. fastweb è il male, ci abbiamo avuto a che fare anche noi con gli operatori incompetenti e col tecnico che non arrivava mai.... un mese anch'io senza internet!

    che è sta storia dei pezzettini in bilico? e dove? :S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se provi a vedere la pagina fb di fastweb trovi solo bestemmie e lamentele hahaha a saperlo prima...

      Elimina
    2. Infostrada è peggio. Credimi. E anche Telecom. Ho scelto il meno peggio. Ecco.
      La storia dei pezzettini in bilico è lunga. Per semplificare posso dirti che ho in giro per casa una ragazzina che non vorrei. E non posso rifiutarmi. Ora ci starebbe un'imprecazione. Lo so.

      Elimina
    3. ah non vivete soli tu e Mister Ade? :(

      Elimina
    4. Si che viviamo soli, cacchio.
      Il problema è CHI gira per casa quando non ci siamo.
      Storie lunghe e che mi fanno prudere le mani.

      Elimina
  4. Tu in verità sei una santa. Si, hai letto bene, amata mia, santa.
    Perchè non esiste mai al mondo che la gente stia a casa tua a saccheggiarti la dispensa, ad entrare in camera tua, magari a frugare tra le tue cose mentre tu ti fai il culo al lavoro. Io avrei già sclerato. sarei morta o avrei commesso un omicidio.
    poi... la zia non ti snobba e solo un pò risentita per il discorso del tradimento. ma le passerà.
    infine sono curiosa. un libro. stai scrivendo un libro. wow.
    ciao amata :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so. Cazzo se lo so. Ma tu sai bene che per il momento non c'è soluzione. A parte quella drastica che ho indicato nel post. Ma nun se pò fà. Purtroppo.
      In realtà io il libro l'ho anche finito. E ne starei scrivendo un altro. E anche più d'uno. :p
      ciao, dolcezza mia.

      Elimina
  5. Risposte
    1. Hai visto?
      A volte ritornano.
      :)

      Elimina
    2. loro, a volte.
      tu, di più :-)

      Elimina
  6. In zona activia sono scoppiata a ridere come una scema!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh. Spesso faccio questo effetto, con le mie cazzate. Ma tu lo sai. :D

      Elimina
  7. Questi sono gli sfoghi che mi fanno amare il tuo blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi sono gli sfoghi che mi servono per evitare di sfasciare tutto. Hanno un loro perché.
      ;)

      Elimina
    2. Ah, quanto ti capisco. Io di solito suono o uso il sacco.

      Elimina
  8. mentre ti scrivevo uno dei miei post, uno di quelli un po' strani e visionari che mi invento di solito, qui di lato appare la tua foto in piccolo, quella con la spada. e mi dico che sembri alberto da giussano.
    e mi viene da sorridere.
    e allora addio post visionario.
    e benvenuto sorriso.

    la prossima volta che vieni alle messaggerie porta la spada, che se dovessi essere anch'io lì per caso finisci il lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alberto da Giussano?
      Ma io se ti becco, ti squarto.
      Altroché.

      Elimina
  9. la voglio anch'io la spada del nonno. e anche il cappotto rosso.
    e mi hai fatto venire voglia di fumare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io e te ci intendiamo. Ti aspetto ancora per la pizza. :)

      Elimina
    2. appena posso concedermi la giornata autolesionista, la pizza me la concedo volentieri.Poi sei autorizzata a insultarmi perchè mi lamenterò del fatto che sto male

      Elimina
    3. non badare alla grammatica, è l'alba

      Elimina
    4. Va tutto bene. E' tutto finito. :D

      Elimina
  10. *sto ridendo. rido ancora. appena ho finito commento serio. perchè la roba di Activia non puoi leggerla e poi non crepare di risate*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E da te aspetto ancora il commento serio. Eh.
      Guarda che io sono come i bambini.
      Mica me le dimentico, le cose.

      Elimina
    2. Come mi prendi sempre troppo sul serio tu, belladolciara.

      Elimina
    3. Dolciara un paio de palle. Vedrai. Cazzaro.

      Elimina
  11. Se hai un Galaxy Next, lo screen capture lo fai tenendo premuto il tasto Home e premendo una volta il tasto Indietro :)
    (però per i Samsung dipende dalle versioni)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tasto home e on/off contemporaneamente.

      Elimina
    2. Oddio. Io ti amo profondamente.

      Elimina
    3. Uffi v, mi hai rubato la gloria! >_<

      Elimina
  12. ahahahah ma sei un mito tu, cacchio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come la canzone degli 883? No, eh? Dimme de no.

      Elimina

Grazie per aver fatto finta di non avere niente di meglio da fare che commentare il mio post... vi lovvo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...